TACCIANSI LE DONNE

tacciansi-le-donne
Per caso leggo un post di uno sconosciuto esponente di Forza Nuova, movimento che si definisce “di ispirazione cattolica”, il quale per zittire una sua contestatrice le rivolge alcuni versetti di San Paolo che oggi potremmo riassumere nel motto “Taci, sei donna”.
Parole datate e oggi quasi ridicole che per un verso ci dimostrano quanto il cristianesimo odierno si sia evoluto, specie se confrontato ad un certo Islam.
Dall’altro verso però ci dimostrano quanto sia infondata la pretesa di analisti come il vaticanista Aldo Maria Valli, che in una recente discussione con Augias ha detto a un dipresso: “Sì, è vero che anche il cattolicesimo si è macchiato di colpe inenarrabili nel passato, ma queste sono una deviazione rispetto al messaggio cattolico, mentre la conquista violenta è connaturata al messaggio islamico”.
L’uso strumentale delle parole di San Paolo ci dice invece, e con quanta chiarezza, come qualsiasi assassino e imbecille possa prendere un versetto a caso di un libro scritto duemila anni prima e urlare “Dio lo vuole” per sfogare il suo odio verso uomini e donne, ci conferma che il relativismo etico sia una necessità dell’evoluzione e che le religioni oltre a plasmare la storia ne sono da essa plasmate, che anzi questo processo è necessario e che fermarlo genera mostruosità.
Ogni fondamentalismo che tiri per la giacchetta i suoi testi “sacri” senza riflessione storica è da aborrire. Il signore di FN è un terrorista potenziale.

lascia un commento