Archive for the ‘Uncategorized’ Category

Il furbo studente e il professore.

Duole dirlo, ma la differenza tra Conte e Salvietta ha rimarcato una volta di più la differenza tra il vecchio Sud e il giovane Nord. Da un lato cultura, pacatezza, magari eccessiva tolleranza, certo ingenuità, ma un riconoscibile marchio di umanità e antica nobiltà. Dall’altro arroganza, ignoranza delle basi costituzionali, convinzione che tutto si può […]

LES GIRLS

Les girls. L’Italia delle ragazze vincenti e lavoratrici, che appassionano perché portano avanti un calcio operaio vecchio stile, prima al lavoro e poi al campetto. Piacciono, perché ridanno senso e logica allo sport oltre quel mercato delle vacche che è oggi il football maschile. Piacciono perché questa chance l’hanno sudata socialmente, oltre che atleticamente. Piacciono […]

L’OMBROSO SENALDI

Non prenderei così alla leggera la colossale stupidaggine di Senaldi sui ceppi e le facce che ha trascinato Zaia, per una volta incolpevole, in una polemica di carattere estetico da cui sono usciti massacrati entrambi. Non liquidatela come ignoranza, non invocate Piero Angela, non deridete l’infelice con una alzata di spalle, ma ricordate piuttosto Lombroso, […]

MA DOV’È QUESTA CRISI?

In tutta onestà non vedo cosa vi sia di così critico nella riduzione delle presenze turistiche in Puglia. Era fisiologico. Le ondate di interesse/curiosità durano qualche anno, poi passano, lo sa qualsiasi imprenditore un po’ accorto. Come Ikea, come Auchan, come Sharm, come un tempo la Croazia e la Grecia, anche la Puglia ha conosciuto […]

ABBOTTONATO DAVANTI

Ho dei dubbi. Rodari è un pensatore di indubbio spessore, ma non sempre mi persuade. Non mi convince, per dirla con lui. Però quel che dice è, come sempre, degno di riflessione. Ora che avete letto, vorrei condividere con voi i miei dubbi sull’abolizione/ritorno del grembiule. Mi sembra pura utopia, da parte di Rodari, “abbattere […]

I FIGLI DI.

Manduria, Viterbo et similia. La miseria e l’avvilimento di sentire gli anziani che pontificano “Ah, i giovani d’oggi! Ai miei tempi…”. Ma di che tempi cianciate? Di chi sono figli e nipoti quei giovani arroganti, ignoranti, violenti, stupratori? Non sono figli vostri e nipoti vostri? Chi gli ha detto di non immischiarsi, di non difendere […]

E I COMUNISTI, ALLORA?

Non ritornerò sulla necessità costituzionale di esprimere una posizione antifascista. Necesse est. La Costituzione è Costituzione, e non si discute. Finché non verrà cambiata, chi non si dichiara antifascista è fuori dallo Stato. E poco importa se lo faccia per intima convinzione oppure (come credo) per astuto calcolo elettorale. Le cose stanno così. Mi incuriosisce […]

AMBIENTALISTA DIESEL.

La mia vecchia diesel è da permutare. Il motore va alla grandissima, ma ormai viaggio poco e ho bisogno di un’auto più piccola. Ma non posso cambiarla, perché non so quali dispositivi di legge condizioneranno la mia scelta. Dovrei comprare un’altra usata e vorrei ancora una diesel. Ma inquina, dicono i sapienti. Vero. Non esistono […]

SAREMO SANREMO

Aveva ragione Pippo Baudo. Sanremo è Sanremo. È il nostro Oscar, il nostro Buckingham Palace, il nostro Carnevale di Rio. Un fenomeno di costume, e stop. Chi se ne frega se il film sono mediocri, i regnanti tutti gaffe e corna, le ballerine cellulitiche. Sanremo fotografa l’Italia. Incerta, stanca, confusa, emotiva, che gioca di rimessa […]

LA BORGHESIA RIVOLUZIONARIA E I VICERÉ

Quando scrisse “I viceré”, Federico De Roberto non avrebbe mai immaginato che sarebbe stato considerato come un radicale, un uomo contro, quasi un sovversivo. Il suo affresco della nobiltà siciliana, avida e cieca, lo rese inviso agli occhi dei suoi critici che lo giudicarono troppo caustico verso la neonata unità d’Italia. Croce commise l’abbaglio di […]