Archive for the ‘Uncategorized’ Category

ABBOTTONATO DAVANTI

Ho dei dubbi. Rodari è un pensatore di indubbio spessore, ma non sempre mi persuade. Non mi convince, per dirla con lui. Però quel che dice è, come sempre, degno di riflessione. Ora che avete letto, vorrei condividere con voi i miei dubbi sull’abolizione/ritorno del grembiule. Mi sembra pura utopia, da parte di Rodari, “abbattere […]

I FIGLI DI.

Manduria, Viterbo et similia. La miseria e l’avvilimento di sentire gli anziani che pontificano “Ah, i giovani d’oggi! Ai miei tempi…”. Ma di che tempi cianciate? Di chi sono figli e nipoti quei giovani arroganti, ignoranti, violenti, stupratori? Non sono figli vostri e nipoti vostri? Chi gli ha detto di non immischiarsi, di non difendere […]

E I COMUNISTI, ALLORA?

Non ritornerò sulla necessità costituzionale di esprimere una posizione antifascista. Necesse est. La Costituzione è Costituzione, e non si discute. Finché non verrà cambiata, chi non si dichiara antifascista è fuori dallo Stato. E poco importa se lo faccia per intima convinzione oppure (come credo) per astuto calcolo elettorale. Le cose stanno così. Mi incuriosisce […]

AMBIENTALISTA DIESEL.

La mia vecchia diesel è da permutare. Il motore va alla grandissima, ma ormai viaggio poco e ho bisogno di un’auto più piccola. Ma non posso cambiarla, perché non so quali dispositivi di legge condizioneranno la mia scelta. Dovrei comprare un’altra usata e vorrei ancora una diesel. Ma inquina, dicono i sapienti. Vero. Non esistono […]

SAREMO SANREMO

Aveva ragione Pippo Baudo. Sanremo è Sanremo. È il nostro Oscar, il nostro Buckingham Palace, il nostro Carnevale di Rio. Un fenomeno di costume, e stop. Chi se ne frega se il film sono mediocri, i regnanti tutti gaffe e corna, le ballerine cellulitiche. Sanremo fotografa l’Italia. Incerta, stanca, confusa, emotiva, che gioca di rimessa […]

LA BORGHESIA RIVOLUZIONARIA E I VICERÉ

Quando scrisse “I viceré”, Federico De Roberto non avrebbe mai immaginato che sarebbe stato considerato come un radicale, un uomo contro, quasi un sovversivo. Il suo affresco della nobiltà siciliana, avida e cieca, lo rese inviso agli occhi dei suoi critici che lo giudicarono troppo caustico verso la neonata unità d’Italia. Croce commise l’abbaglio di […]

UN’ARANCIA A SCUOLA FA BENE

“Tutta salute”, Mirabella e soci, ora. Una augusta professoressa Marina Tal dei Tali, esperta in agrumi, continua a chiamare l’arancia al maschile, “arancio”, come se fosse l’albero. Mi importa poco dell’errore veniale e non amo i maestrini, ma ho una riflessione da porgere. Il recente snobismo verso la laurea e verso i titoli in genere […]

LA VOCE DI FABER

Tra i tanti omaggi a Fabrizio De Andrè, tutti affettuosi ma non sempre riusciti, uno si eleva per la sua singolare maturità. Non è una serata-evento, ma un intero progetto artistico dedicato allo scomparso cantore genovese, già da anni in tour per l’Italia con lusinghiero successo. È il “ProgettoMusicaleDeandrè”, che nel suo concerto estivo presso […]

ESSERE IGNORANTI, QUESTO È IL PROBLEMA

C’è una precisa ragione storica per concordare sul titolo dell’Inkiesta.it. Dopo il 1861 il nord Italia, impoverito e dissanguato dalle guerre, vinse la sua sfida contro un Sud più evoluto e ricco non solo depredando il tesoro borbonico, come ormai è acclarato dagli storici, ma soprattutto basandosi sulla maggiore cultura di base. Il Mezzogiorno aveva […]

Via Matarrese da Bari.

“Non vuole mollare, è un dittatore, deve farsi da parte, la squadra non è sua ma della città, ma chi si crede di essere, se non può più reggere la presidenza deve cedere ad altri, ci vogliono i finanziatori stranieri, quelli con i soldi veri”. Queste ed altre amenità da bar di periferia si dicevano […]